domenica 9 dicembre 2012

La rosticciata del contadino: il Bauerngrostel

Innanzitutto sono un disastro! Continuo a combinare piccoli pasticci, sono sbadata e ne pago le conseguenze, maldestra e spesso ridicola, in confronto Bridget Jones sembra una studentessa di Oxford!
Ieri sera ho pulito la lettiera di Pino (il mio micio), e l'ho fatto con molta cura, apro il coperchio della sua lettiera (sono quelle lettiere chiuse tipo casetta), cambio la sabbia, disinfetto per bene, asciugo, metto la sabbietta nuova, richiudo con la parte superiore e cosa ti combino!? Rimetto la lettiera al suo posto ma con l'entrata appoggiata dalla parte del muro, in pratica MicioPino non aveva via di accesso per la sua toilette! ...E cosa ha fatto il mio amore!? Poverino... è stato più che bravo perchè non ha sporcato in giro, si è tenuto i bisognini fino a mattina! Per tutta la notte però ha continuato a fare versi strani svegliandomi ininterrottamente con miagolii e chiamate... e io ignara gli dicevo pure di smetterla! Povero il mio petolo!

Vabbè... ma veniamo alla ricetta: oggi uno dei miei piatti preferiti perchè ha le patate... e io come sapete le adoro, ho preparato la Rosticciata del contadino: il Bauerngrostel, un'altro piatto altoatesino ma che si fa acnhe tra le mie valli trentine, è una rosticciata semplicissima ma molto gustosa che si fa con la carne di manzo lessa avanzata, ma ne esiste una versione più (diciamo così) tosta: la Rosticciata del signore(Herrengrostel) dove viene usato il filetto di vitello (non lessato precedentemente) tagliato a listarelle al posto del lesso. Quindi se decidete di provarlo potete farlo come meglio credete!
Andiamo alla ricetta...


Ingredienti per 2 persone:
  • 150 gr di manzo lesso
  • 150 gr di patate non farinose
  • 1 piccola cipolla tagliata finemente
  • olio evo
  • brodo di carne
  • 1 fetta di speck 
  • 1 foglia di alloro
  • erba cipollina
  • maggiorana
  • prezzemolo
  • sale e pepe
  • una noce di burro

Cuciniamo insieme:
Lavate le patate e cuocetele con la buccia finchè saranno quasi cotte (l'anima dovrà essere ancora un pochino dura), scolatele e fatele sfreddare molto bene (se volete potete addirittura farle bollirle il giorno prima), sbucciatele e tagliatele a fette.
Scaldate l'olio in una padella (meglio se di ghisa) e dorate le patate, aggiungete la cipolla e rosolatela insieme (mettetela dopo le patate altrimenti rischia di bruciare). Tagliate la carne di manzo a listarelle e unite alle patate. Aggiugete l'alloro, la maggiorana, l'erba cipollina, salate, pepate e cuocete per una ventina di minuti aggiungendo il brodo di tanto in tanto, infine spegnete il fuoco, mettete la noce di burro, il prezzemolo e impiattate mettendo delle listarelle di speck croccante sopra il piatto. 




Se vi va:
Per rendere il piatto ancora più ricco insieme allo speck guarnite anche con anelli di i cipolla croccanti. Di solito si seve il piatto con un  insalata di cavolo capuccio!

lalexa

...e allora per MicioPino doppia razione di coccole!!!






Con questo ricetta partecipo al contest "Un coccio al mese per dodici mesi" del "blog di max"



26 commenti:

  1. Buonissima, e mi serve proprio qualche consiglio sull'altoa-dige, sarò il tema della prossima settimana per le mie rubriche sul magaznie Cucine d'Italia!
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow...provalo e vedrai che ti convincerà!!!! è semplice ma buonissimo e d'effetto

      Elimina
  2. ciao ricambio ben volentieri la visita !!!bel blog mi piace specie le foto.......le ricette sono molto originali e ben presentate. un abbraccio a presto,Peppe.

    RispondiElimina
  3. Un piatto veramente molto goloso!!!! Gli anelli di cipolla croccante, ci stanno benissimo!!!
    Brava!!!
    A presto :))

    RispondiElimina
  4. Povero MicioPinoooooo :( (quanto è bello, è MERAVIGLIOSO! :D) eheheheh anche a me è capitato una volta, sai? Però me ne sono accorta quasi subito... Vabbè, con una doppia razione di coccole ti avrà perdonato subito! ;) Questa rosticciata è invitantissima, che fame! :D Complimenti e un bacione, buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aaaaaaaaaaaaah ma allora non sono l'unica stordita ;)))) Per fortuna che le coccole risolvono tutti questi problemi ;)
      A presto

      Elimina
  5. Nooo povero micio Pino ahaha! Me lo immagino, che tenero che non ha fatto nemmeno i bisogni per terra! :D Un vero amore di micio.. poi tutto bianco, un sogno! Siete bellissimi insieme! E anche questo piattino di tradizione lo trovo splendido! un meraviglia!! Complimenti di cuore :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma te lo immagini poverino ;))) adesso lo sto viziando da tutto il giorno con bacioni e pappe prelibate. ahah :)
      Grazie mille Ely!!

      Elimina
  6. Che micino educato!!! se l'è tenuta tutta la notte!!! e vorrei aggiungere che micio meraviglioso!!! è davvero bello!!! questa ricetta può essere molto utile, visto che di questi periodi bollito usato per il brodo ne avanza tanto!!!
    buonaserata
    Sara

    ps: sei tu quella con Pino nella foto??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si! Sono proprio io... una visione non proprio celestiale direi... appena aperti gli occhi su una nuova giornata! ;) non facile ;) ...eh gia bisogna prepararsi agli avanzi di bolliti misti ;)))))

      Elimina
  7. Mamma che buona, voglio assolutamente provarla!!!
    Bravissima!!
    Un abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  8. Ma è stato proprio un tesoro il tuo bellissimo Micio Pino, e come siete belli nella foto coccolosa :D. Ma lo sai che questa ricetta così nordica la faceva anche la mia nonna che era di origine campana? Mi piace da matti! Un bacione, Angela

    RispondiElimina
  9. ma daiii? e la chiamava in qualche modo particolare?grazie e un bacio anche da Pino!

    RispondiElimina
  10. Mannaggiaatttte!!! povero micioPino, lo hai fatto stare in punizione tutta la notte e si che lui ti ha chiamato, non puoi dire di no! la mia micianera una volta rimasta chiusa in casa ha fatto tutto nel piatto doccia.... a volte ci si stupisce....
    in quanto a questa rosticciana del contadino.... stupenda, sicuramente da provare!!!!ù
    Ciao tesoro!
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma piccola la micia!adoro i gatti!bacione grande!

      Elimina
  11. Ciao Lalexa,
    non sei l'unica combinare pasticci con il tuo Pino...leggiti questo post cosi ti consoli! una grattatina al micio
    ps la ricetta è invitante ma non amo particolarmente la carne...no nessuna fede religiosa, semplice gusto! a presto
    http://patatenovelle.blogspot.co.uk/2012/11/era-un-notte-buia-e-tempestosasottotito.html?utm_source=bp_recent&utm-medium=gadget&utm_campaign=bp_recent

    RispondiElimina
  12. Grazie mille per essere passata dal mio blog. Mi sono segnata tra i tuoi lettori con tanto piacere....anche perchè abbiamo già una cosa in comune....adoriamo i micioni!!!

    a presto

    RispondiElimina
  13. Visto che ormai sono 10 anni che abito in trentino, ma non sono ancora addentrata nella vostra buonissima cucina, ti seguo, e mi metto d'impegno. Da oggi inizio a copiarti le ricette e a sottoporle a mio marito che finalmente sarà felice!!!
    Bello Pino, ne ho uno anch'io, si chiama Gigi!
    A presto
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai!? Da che parte del trentino!? Io ormai sono un bel po' di anni che vivo a Verona ma sono originaria della valdifiemme!
      Ciao Gigi!!!!!!!

      Elimina
  14. Ciao Lalexa io ho mangiato a Bressanone l'herrengrostl buonissimo davvero con carne a listarelle e patate..proverò il tuo non l'ho mai assaggiato ...mi piace il tuo blog perchè amo la cucina altoatesina e i bei luoghi ciaooo Lia

    RispondiElimina
  15. Davvero semplice ma veramente tanto gustosa questa ricetta, molto ricca di sapore. Fantastico MicioPino...quando non ci sembra sanno essere molto sorprendenti. Un abbraccio e grazie per la ricetta. Buon 2013...a presto. Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Max grazie mille!ti mando un forte abbraccio! a presto.

      Elimina