venerdì 15 marzo 2013

Risotto acciughe, capperi, pomodori secchi e porri

Ecco l'angolo gastronomico-narrativo de Lalexa.  
Ma vabbè cosa ci volete fare se mi piace condividere con voi ciò che mi passa per la testa in questo periodo? Se vi annoiate saltate subito alla ricetta che non mi offendo... un risottino non mente mai. E come vi avevo detto mi piace sperimentare in fatto di risotti e questo mi è davvero piaciuto.
Ma tornarndo al libro... avevo trovato uno stralcio di questo brano in un altro libro e mi è scattata la curiosità, un giretto in libreria e mi sono ritrovata in quattro e quattro otto a leggere integralmente L'isola di Sachalin di Čechov. ... Ma poi quanto mi piace girare in libreria, ci devo andare poco perché ogni volta avrei bisogno di un portantino per portare a casa i libri (e di un portafolgio mooolto più gonfio...) e la pila in attesa di fianco al comodino cresce e cresce, ormai è colonna portante della casa ;)) Ne leggo, ne aggiungo due... uhm così non va. 
Ma tra un chicco di riso e l'altro, sbirciate questo strano brano.

Il ghiliaco ha una corporatura forte, tarchiata; è di statura media o piccola. L'alta statura gli darebbe fastidio nella taiga. Ha ossa grosse, notevoli per lo sviluppo eccezionale di tutti i processi. (...) Ha il corpo magro, asciutto, senza strato adiposo; ghiliachi grassi e obesi non se ne vedono. Evidentemente tutto il grasso si consuma in calore, che in misura tanto cospicua va prodotto dal corpo di un abitante di Sahalin per far fronte al dispendio causato dalla bassa temperatura e dall'estrema umidità. Si capisce perché mangi così grasso. Mangia carne grassa di foca, salmone, grasso di storione e di balena, carne con sangue, tutto in gran quantità, cibo grasso, secco e spesso gelato e, dato che mangia cibo grezzo, ha l'attaccatura dei muscoli mascellari straordinariamente sviluppata e tutti i denti sono molto consumati. Il cibo è esclusivamente animale, e di rado, solo quando capita di mangiare a casa o a un banchetto, aggiunge a carne e pesce aglio di Manciuria o frutti di bosco. (...)
I ghiliachi non si lavano mai, tanto che gli etnografi hanno difficoltà a stabilire il vero colore della carnagione; non lavano la biancheria, e i vestiti di pelliccia e le calzature hanno l'aria di essere stati appena strappati a un cane malato. I ghiliachi emanano un odore pesante, acido e la vicinanza delle loro case si riconosce dall'odore ripugnante, a volte insopportabile, di pesce secco e di scarti marci di pesce. Vicino a ogni jurta di solito c'è un essiccatoio pieno fino in cima di filetti di pesce che da lontano, specie al sole, sembrano file di corallo. 
Sul carattere dei ghiliachi i giudizi sono diversi, ma tutti concordano che non è un popolo bellicoso, rissoso, litigioso e convive pacificamente con i popoli vicini. All'arrivo di uomini nuovi i ghiliachi sono sempre stati sospettosi, timorosi per il futuro, ma li hanno sempre accolti con gentilezza, senza la minima protesta, e al massimo hanno mentito, descrivendo Sahalin a tinte fosche e pensando di scoraggiare così gli stranieri. Mentono solo quando commerciano o parlano con una persona sospetta e, secondo loro, pericolosa ma, prima di dire una bugia, si guardano: proprio come i bambini. Qualsiasi bugia o vanteria in forma normale, non commerciale, è per loro spregevole.
I ghiliachi eseguono con cura gli incarichi che si prendono, e non ci sono stati casi in cui un ghiliaco abbia abbandonato la posta a metà strada o abbia sciupato cose non sue. Sono agili, svegli, allegri, disinvolti e non hanno nessuna soggezione in presenza di uomini forti e ricchi. Non riconoscono nessun potere sopra di loro e pare che non conoscano neanche i concetti di «superiore» e «inferiore».
Non hanno tribunali, ignorano cosa sia un processo e ancora adesso non capiscono nemmeno a cosa servano le strade. Già solo da quest'ultimo fatto si può intuire quanto sia difficile per loro capirci. Persino dove sono già state costruite le strade, preferiscono ancora camminare nelle foreste più fitte. Li si può vedere spesso, in fila con famiglie e cani, attraversare con fatica le paludi, anche se proprio lì accanto c'è una strada.

Tipi balordi questi ghiliachi. A tratti fantastici e a tratti ripugnanti... ma una cosa mi ha colpito molto leggendo questo brano che mi sono ritrovata davanti leggendo il libro.... che anche io non amo camminare sulla strada principale. E che questo può sembrare strano e anormale a chi dalla strada principale non riesce a staccarsi.

Trooooopppppo prolissa lalexa. Non capita spesso. Perdonatemi ;)


Ingredienti per due persone:
  • 180 gr di riso
  • mezzo porro
  • brodo vegetale
  • vino bianco
  • capperi
  • 3 acciughe
  • pomodori secchi
  • basilico
  • formaggio grana grattugiato

Cuciniamo insieme:
Affettate gli scalogni e poneteli in una pentola con le acciughe e i pomodorini secchi tagliati grossolanamente, io non ho messo olio perchè è già in questi ingredienti. Buttate il riso e tostate per bene, sfumate con il vino bianco e aggiungete il brodo, i capperi e a fine cottura il basilico spezzato con le mani. Spegnete la fiamma e mantecate con il formaggio grana!

...i ghiliachi lo mangerebbero? ...Bah io penso di si!

lalexa


46 commenti:

  1. Interessante... curiosa questa descrizione, curiosi soggetti, curiose abitudini. Ma non so se lo mangerebbero, è troppo buono questo risotto, non credo che loro siano di bocca così fina :)
    Io sono come te, per me andare in libreria è bellissimo e deleterio, spendo un capitale!
    Questo risotto ha tutti ingredienti che mi piacciono e poi per me i risotti sono una delle cose che preferisco, sia prepararli che gustarli :)
    Buona serata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quanto ti capisco Celeste..libreria croce e delizia !anche io adoro i risottini!ti mando bacio grande e buon fine a te!:)

      Elimina
  2. Anch'io penso proprio di sí, perché é ottimo... Ciao :)

    RispondiElimina
  3. Parliamo di Haruki-1Q84? Perché non lo hai menzionato. Ma siccome mi ha incuriosito, ho fatto prima di te. In libreria non ci sono andata e me lo sono scaricato... Con calma me lo leggo sul treno...
    Il risotto invece me lo sogno e non lo mangio. Quello non riesco a scaricarlo!! Peccato! Bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si Elly,il grande Haruki:) sei una giusta .. l' isola di sachalin è un pelino- come dire- meno accattivante di 1q84...ma comunque leggibilissimo! Poi dimmi come lo hai trovato!sei troppo avanti:)bacio evvai che è venerdì;)

      Elimina
  4. Lale miaaaaaa :D Eccoti, eccomi :) Singolari questi ghiliachi... mi sono divertita leggendo le loro abitudini... e mi piace quando sei prolissa, sai? Mi piace leggerti :) <3 Questo risotto è eccezionale, poi ci sono i pomodori secchi che AMO :D Complimenti amica mia! I ghiliachi lo mangerebbero subito, eheheheh! :D Ma tu verrai a Roma, al raduno? Io ti devo abbracciareeeeeee!!!! :D Un bacione e buon weekend! Ti voglio bene :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahha ogni volta che ti leggo mi metti gioia Vale! ommioddio sto diventando Valedipendente:) penso che ci sarò a Roma..o meglio lo spero.ma credo proprio di si!(ancora non mi sbilancio ;) ti voglio bene amica mia e io sono onorata di averti conosciuta..e te lo dirò sempre.mai avrei creduto di affezionarmi così ..virtualmente, a qualcuno!bacio grande

      Elimina
    2. Oddio che belloooooo ci saraiiiii :D Tengo le dita incrociate, speriamo speriamo!!!! <3 <3 <3 Tesoro, io sono onorata di averti conosciuta e ti voglio un bene immenso, mi sembra di conoscerti da una vita e in te vedo tante mie sfumature... davvero... Io sono Laledipendente, senza ombra di dubbio :D Smuackkkk a te e a MicioPino ^_^ :**

      Elimina
    3. lo stesso per me Vale ti giuro!mi sembra di conoscerti da sempre!è una cosa stranissima,difficilmente spiegabile no? incrociam le dita per Roma e appena ho nuove ti aggiorno!smack e maoooo a Manolo;)

      Elimina
  5. Noooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo tu VIENI????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????
    *_*
    Il libro la ricetta tutto passa in secondo piano, TU VIENI A ROMA! NOI CI CONOSCIAMO DI PERSONA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    G I O I A

    RispondiElimina
    Risposte
    1. stella!!!ahahaha ancora non confermo..ma ci sto lavorando sai?splendida Dani

      Elimina
  6. Ghiliachi già il nome e' strano e come sono pure.... Io vado in una libreria a due piani , ha pure l angolo ristoro con i divanetti dove puoi leggere , lo sai che ci sto tutto il pomeriggio?! E altro che portantino!!! Ma quanto bello e' leggere ?!
    E quanto buono e' il tuo risottino?! E' anche bello colorato!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che figata ..un pomeriggio.io .il mio tempo.un libro.questa è pura vita!è la felicità!! bacio grande Ombretta .

      Elimina
  7. Oh cara! Mi hanno davvero incuriosita questi ghiliachi.. beh, di certo non avranno un buon odorino, ma di sicuro sanno cosa significa 'allontanarsi dalla strada principale'. Anche io non la percorro mai, forse complicandomi la vita.. eppure solo così riesco a scoprire le bellezze che la via maestra preclude.. nella scontata facilità del cammino. Deliziosa tu, le tue parole e il tuo risottino, saporito e unico :) Ti voglio bene, lale. Un felice fine settimana, credo sarò presente direttamente lunedì...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io lo so che tu sei la regina di questo Ely.so bene quanto devi fare i conti con la tua natura così sensibile.percepisco la tua intelligenza e la tua profondità.la tua nobiltà e il tuo animo.tu sei una grandissima donna.e anche se a volte ti perdi in quelle strade secondarie poi riappari sempre con i rami tra i capelli,graffiata dalle sterpaglie ma con un tesoro nascosto tra le mani.ti voglio tanto bene.si!:)

      Elimina
  8. Che bello che ti vedo Lale!!!
    Non vedo l'ora di abbracciarvi tutte amiche!!! Mi sembra ancora impossibile..O_O..
    ..ah!ah!ah!..nemmeno a me la strada principale va molto a genio..preferisco i 'vicoletti', del resto sono venexiana!!! da noi le 'calli' sono una continua scoperta!
    Ottimo risotto, sei sempre originale!!!
    Bacioni!!! Roby

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero tanto tanto Roby,ti aggiorno quanto prima!le calli sono magiche.adoro passeggiare alla Carlona per Venezia sai? ..splendide le stradine secondarie..affascinanti sempre.ti stringo virtualmente sperando di farlo in carne ed ossa:)

      Elimina
  9. Insolito connubio di ingredienti per un risotto! solitamente li si vede assieme in lievitati o salsine...ma l'idea del risotto ci sa davvero di insolita e particolare.
    baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero care!nel risotto devo dire che comunque son stati la morte loro;)bacione a voi

      Elimina
  10. Un bellissimo risotto, molto interessante :)
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Dani.ti auguro una splendida domenica:)

      Elimina
  11. anche a me piace passare il tempo in libreria e anche io colleziono libri, ieri poi mi sono ordinata gli occhiali per leggere meglio.
    Delizioso il tuo risottino, mi piacciono un sacco questi ingredienti
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oi Sabiii!ma sai che anche io mi sa che ci vedo meno rispetto ad una volta...ma ancora non accetto questa cosa e fingo di vederci benissimo!mmm..mi sa che ci scappa una visita oculistica quanto prima.bacione grande a te:)

      Elimina
  12. Tipi originali i ghiliachi...un brano interessante però!
    Mi piace girare per la libreria e scegliere i libri pregustandone la lettura!
    Buono il tuo risottino, davvero!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. balordi forti si questi soggetti!:)un bacione

      Elimina
  13. Io non credo di aver ben capito la trama.... :o però ho capito che questo risotto me lo preparerò presto perché me gusta muchisimo...
    Senti maaaaa, ci vediamo a Roma? Io andrò giù in giornata, tipo che parto da Forlì alle 6 di mattina per arrivare a Roma alle 10 e poi rientrare con l'ultimo treno...fammi sapere come ti organizzi che se passi da Bologna magari saltiamo sul treno assieme!!! Bacioooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara! penso anche io in giornata!ti aggiorno quanto prima ok?sarebbe figo far viaggio insieme no?ahahahahah che strano e che bello però!:)bacio immenso

      Elimina
  14. ma tu gurda che bel post interessantissimo!!! non sei mai troppo prolissa Lalexa! Ti si legge con estrema facilità e con grandissimo piacere!
    Sei mitica! io lo ripeterò sempre! :-) bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Elena bella!ti auguro una super domenica:)

      Elimina
  15. Stani questi ghiliachi ma a parte il fato che non si lavano non sono male :-)))
    il tuo risotto invece è profumatissimo e si vede...una meraviglia!!
    anch'io non sono ancora certa di riuscire a venire a Roma ma spero di si, perchè vorrà dire che ci conosciamo e che alcune cose che in questo momento non vanno avranno preso la strada giusta...
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahha è vero sono proprio bizzarri!speriamo di vederci Patty.spero che le cose storte si raddrizzano Patty..ma non c' è motivo perchè non si sistemino!:)un abbraccio grande

      Elimina
  16. quanto buon gusto in questo risotto, lo provo!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Silvia,se lo fai spero ti piaccia:)bacio a presto

      Elimina
  17. Nei giorni passati ho visto che sei passata dalle mie parti... non avevo fino ad ora avuto il tempo di contraccambiare la visita! Il tuo blog è veramente carino e le ricette interessanti. Poi ti leggo tutto il post e scopro di questi ghiliachi che strano popolo, affascinante però ti ringrazio quindi doppiamente... anche per avermeli presentati! Ti seguirò con molto entusiasmo! Un abbraccio forte e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io ti leggo volentieri Serena !un bacione grande e a prestissimo:)

      Elimina
  18. Hai ragione un brano strano per noi che viviamo nel mondo "civilizzato" cose dell' altro mondo potremmo pensare, pero' penso che ognuno di noi abbia una parte dentro del carattere dei ghiliachi. Risotto molto particolare mi piace molto l' unione dei sapori. Bravissima cara sei sempre originalissima. Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veronica bella grazie di essere passata !ti abbraccio affettuosamente.a presto bella!

      Elimina
  19. Oggi mi soffermerò solo sul risotto, che secondo me è veramente buono e mediterraneo! Mi ispirano un sacco questi ingredienti (sono un'amante del risotto)
    baci cara:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io adoro i risotti !ne mangerei a chili se fatti bene:)un bacione grande e buona serata!:)

      Elimina
  20. Un saporito risotto che scatena la mia voglia di provarlo presto:)

    bacioni e buona serata

    RispondiElimina
  21. Complimenti davvero un bel post ed un'ottima ricetta.
    Buona serata domenicale
    Z&C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ketty,grazie mille.ti auguro una buonissima serata!:)

      Elimina
  22. A me quasi piacciono questi ghiliachi. Se si lavassero!
    Alla fine sono rialssati e vivono in pace,e fanno il loro dovere. Non si montano la testa con le comodità.
    Sisis, mi piacciono proprio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhah..vero?sono cazzuti si!bacio grande alla Silvietta bella:)

      Elimina