martedì 5 marzo 2013

Torta meranese a modo mio

Salve gente qui Alexa esaurita esausta e sfinita, sto programmando le attività per il laboratorio dei bimbi ma nel frattempo proseguo con il mio lavoro che in questo periodo è particolarmente duro per un progetto che sto seguendo di pet therapy con i nonni, in più ho la casa che è un po' un merdaio (si può dire?!) ...cioè io faccio faccio ma mi pare che ci siano mille cose da fare sempre. Oggi vi voglio proporre questa torta che ha come base il concetto della torta meranese ma l'ho un po' rivista utilizzando le arance e il loro succo, la granella di nocciole e del cointreau, al posto delle mele le mandorle e il rum. Devo dire che il risultato mi ha soddisfatta. Ma poi volevo chiedervi una cosa... avete mai fatto caso che nelle varie ricette sui libri quando c'è da montare a neve il bianco dell'uovo e anche da sbattere il rosso con il burro e lo zucchero vi fanno sempre montare prima i rossi e poi i bianchi? Ma... perchè?! Voglio dire... non è più pratico montare i bianchi e poi con le stesse fruste i rossi? Invece montando prima i rossi poi uno deve per forza lavare le fruste e usarle per i bianchi... altrimenti i bianchi non si monterebbero mai con le fruste “sporche” dei rossi... uhmm... non so se mi sono spiegata. Questi si che sono veri problemi esistenziali. Oggi va così!
Dai smetto passiamo alla ricetta! ;)


Ingredienti:

Per la farcitura:
  • 2 arance
  • 30 gr di vino bianco
  • cannella
  • 40 gr di zucchero di canna (o normale)

Per la torta:
  • 2 rosette
  • il succo di 2 arance
  • 80 gr di latte
  • 100 gr di burro
  • 200 gr di zucchero
  • 4 tuorli
  • 200 gr di granella di nocciole
  • vaniglia (i semini nel baccello)
  • 20 gr cointreau
  • 4 albumi

Per la bagna:
  • il succo di un arancia
  • 20 gr di cointreau
  • 20 gr di zucchero
  • cannella
  • 2 chiodi garofano
  • burro e zucchero a velo per cospargere lo stampo

 

Cuciniamo insieme:
Sbucciate le arance e mettetele e a fette in un pentolino con il vino bianco, lo zucchero e la cannella e fate caramellare per un paio di minuti.
Preparate l'impasto della torta grattugiando la crosta delle rosette e ammollandole nel latte intiepidito.
Montate i bianchi delle uova a neve ferma e aggiungete a questa 50 gr di zucchero, ora sbattete il burro aggiungendo il rimanente zucchero e i rossi finché il composto non risulterà bello spumoso. Ora aggiungete la granella di nocciola, la vaniglia, il cointreau e le croste delle rosette strizzate e quindi incorporate delicatamente i bianchi montati. Mettete metà impasto in una teglia imburrata e cosparsa di zucchero a velo, stendete le arance caramellate e ricoprite con il restante impasto; cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 45 minuti. Trascorso il tempo fate intiepidire e irrorate con la bagna che avrete ottenuto scaldando per una decina di minuti il succo di arancia, il cointreau, lo zucchero, la cannella e i chiodi di garofano il tutto setacciato.

lalexa






Con questa ricetta partecipo al contest di Una Fetta Di Paradiso "Dolci Agrumati"





62 commenti:

  1. Ahahah cara mi fai morire e' vero forse chi fa i libri ha la colf che gli lava le fruste ogni momento ^_^. Questa rivisitazione della torta meranese e' deliziosa.Da provare.Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahah...non ci avevo mai pensato cavolo!un bacione veronica

      Elimina
  2. povera hai un sacco di cose da fare, ma vedrai che le farai benissimo! Mi hai fatto morire col discorso dei tuorli e albumi! In effetti non hai tutti i torti:) Ci sarà un motivo fantascientifico :) Buonissima questa torta che non conoscevo per niente, mi ispira la segno! Un bacione bella!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. speriamo monica bella!il discorso uova fola no?grazie di tutto e a prestissimo!bacione

      Elimina
  3. Ora che mi ci fai riflettere... bhò. Magari é perché i bianchi se rimangono lì troppo si smontano?! O forse perché per riuscire a montarli meglio devono essere a temperatura ambiente?! Abbò, bel dilemma per questo martedi.
    Ma toglimi una curiosità, che lavoro fai? Perché, caspita, mi sembri impegnatissima. E oltre tutto questo riesci ancora a cucinare delle delizie del genere. Devi essere un vero mito! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono un ' educatrice Elle,mi occupo di co-terapie tipo pet therapy,bambola,giardino sensoriale,musicoterapia lavoro con varie demenze e patologie..dura dal punto di vista emotivo! ma mi appaga!un bacio grande grande:) a presto

      Elimina
  4. bella questa torta lale!! :-D mi ispira assai!!! :-P ciao, un bacione .-)

    Federica :-)

    RispondiElimina
  5. e così ti viene il dubbio che l'abbiano realizzata davvero o comunque chi scrive non cucina.....oppure come in tv hanno 500 ciotole della planetaria, 500 fruste....e via discorrendo; noi con la nostra singola frusta partiamo dai bianchi, com'è ovvio fare:-)
    PS la torta è una meraviglia;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah..anche questa teoria è ottima Pallina!:)Bacione

      Elimina
  6. curiosa questa torta! la faro' sicuramente...un caro saluto,Peppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. peppe poi dimmi se ti è piaciuta!bacione :)

      Elimina
  7. INFATTI! Lo dicevo io che era una cavolata far montare prima i tuorli. Forse che questi hanno due fruste e le usano separatamente? Mah...mistero. Comunque io monto sempre prima gli albumi, tiè ;-)
    Non mi parlare di periodo stressante...sono piena di roba da fare e non vedo la fine del tunnel. Casa mia? Non la riconosco neanche dal disordine che c'è!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io Margot!!ahahahmi trovi daccordissimo:)per quel che riguarda il periodo...spero arrivi l' estate,staccare un pò:)ti bacio

      Elimina
  8. Tesoro, ma che spettacolo!!!! Da meranese doc non posso che farti un sacco di complimenti per questa meravigliosa rivisitazione!!! :)
    E da pasticciona provetta, ti confermo che me lo sono sempre chiesta anche io del perché non montare prima gli albumi...soprattutto da quando pasticcio a casa mia e non più nella cucina di mamma che aiutava a lavare e ripulire ;)
    Un bacio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Danja che gioia il tuo commento!grazie mille,detto da te che sei meranese è un onore:)un bacio grandissimo

      Elimina
  9. Ormai ho imparato e non ci casco più! Quando leggo “bianchi a neve” li monto sempre prima e poi mi butto sui tuorli e zucchero :)
    Non conoscevo la torta meranese. Non so come sia l’originale autentica ma so che il “modo tuo” mi sconfinfera e pure parecchio. Dev’essere proprio buona questa torta così profumata. Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. o no?ahahah anche io Fede!ti auguro una super giornata...dai che siamo a metà settimana:)bacione

      Elimina
  10. carissima! forza forza che la primavera porterà tanta energia in più :D si spera.... che torta meravigliosa!

    un caro abbraccio
    sabrina
    http://mycherrytreehouse.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero!spero arrivi presto !un bacione e a prestissimo Cherry

      Elimina
  11. Eccomiii :D Lale miaaa questa torta deve essere una delizia, che buona!!! <3 :D Sei stupenda, sempre! :) Io monto sempre prima i bianchi... anche se nel procedimento scrivono prima i rossi... eheheheheh... chissà perché, davvero... mah! Ti abbraccio forte forte, ti voglio tanto bene :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valeee stella!a volte secondo me son tutti matti e poco pratici!;) ..saranno uomini che stampano i libri di cucina;)ahahahah come sempre potere alle donne !superbacione alla mia Vale!

      Elimina
  12. Bisognerebbe avere le doppie frustine, qualche volta mi hanno fregata ma ora faccio molta più attenzione, leggo bene bene la ricetta e poi monto prima i bianchi e poi i rossi :)
    Meravigliosa torta, originale e golosa!!!!!
    Un abbraccio stretto e tanti baci!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille Lory!un bacione grande anche a te:)a presto

      Elimina
  13. 01. La pet therapy, la adoro e la trovo strepitosa per i risultati che si possono ottenere, e poi amo alla follia gli animali!!! Brava!
    02. Casa in disordine? Stesso problema! Pulisco SEMPRE e mi sembra che la casa sia sempre uno schifo ma, mi sa che non è così, siamo noi che pretendiamo troppo noi stesse!!!
    03. PROBLEMA ESISTENZIALE: d'accordissimo con te, prima monto gli albumi e poi i tuorli, indipendentemente da quello che dice la ricetta!!!! E che cavolo!!!
    04. Ricetta fantastica, come semrpe!!!
    Un bacione,
    More

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 01.non sai quanto lo credo anche io e ne vedo i risultati costantemente!
      02.siamo troppo esigenti con noi!concordo;)
      03.appuro che secondo me chi scrive non cucina
      04.grazie Morena ,sei splendida;)bacione

      Elimina
  14. Effettivamente è un bel dilemma, ma io che sono notoriamente negata per i dolci purtroppo non posso proprio aiutarti a scogliere questo nodo così pesante! ;)
    Fai delle cose bellissime, e non solo in cucina! Per cui puoi anche permetterti la casa un po' stropicciata, sennò saresti praticamente perfetta! :)
    Baci!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io Roby son un mezzodisastro con i dolci!ahahah bella l' immagine della casa stropicciata..sembra un fumetto!che forte sei!;)

      Elimina
  15. In effetti devo dire che visto che sono molto pigra di solito monto prima i bianchi...
    Io non sapevo nemmeno che esistesse questa torta...mmmmmmm sono curiosa! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dani mia!provala ,è facile e veloce!un super bacione a te e ai micioni;)

      Elimina
  16. Ale, siccome io sono la donna più pigra del mondo, sono anni che ho ovviato a questa cosa (infatti se vedi nelle mie ricette di dolci inverto sempre i fatti!): sbatto prima i bianchi a neve, poi li sposto in un caccaviello a parte e quindi sbatto i tuorli con lo zucchero e poi unisco... Dulcis in fundo metto tutto in lavastoviglie! Ma chi me lo fa fare???
    Ma che profumo deve avere questa torta bellissima???? Un bascio tesoro!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a chi lo dici Patty?in quanto a pigrizia ce la battiamo mi sa!ma Patty cosa è un caccaviello?ahahahah sei mitica tu altrochè!bacione grande

      Elimina
  17. mi fai sempre morire Lalexa! :D
    E cmq ti capisco benissimo e anche la mia casa è un merdaio! Si può dire! :-) però per quando verrai sarà una piccola reggia! :-) un bacione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahaha !non sai quanto pagherei per venire da te sai Elena?far due chiacchiere e un pò di risate!bello bello bello.e tu che mi prepari i tuoi manicaretti;)

      Elimina
  18. Effettivamente hai ragione, io quando mi ricordo inizio dai bianchi.Ottima la tua torta meranese, una delizia. Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. brava Gio così è più pratica la questione no?bacione grande

      Elimina
  19. Và che meraviglia la tua torta meranese.. Cioè non conoscevo la torta meranese ma la tua mi pare un'ottima golosa rivisitazione. (I libri di ricette spesso non guardano alla praticità delle cose..)
    A presto cara:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie sei tanto caruccia;)un mega bacio e a presto!ps.la fotina tua mi è sempre piaciuta un sacco:)

      Elimina
  20. Ahahahah! Laleee.. è veroo! Me lo chiedo sempre anche io! Ma perchè prima i tuorli che poi devo lavare le fruste!! Io monto sempre prima i bianchi, in ogni caso.. sarò pigra ma perchè fare una cosa in più?! :D E vogliamo parlare della polvere? La fai un giorno e il giorno dopo sembra che non la fai da giorni! Com'è? Io comincio a credere che ci sia qualcosa di grottesco in tutto ciò.... ;)) Questa torta è stupenda, amica mia.. la voglio provare! Ti voglio bene..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. o no Ely? E per quanto riguarda la polvere si dice "fare la polvere"altrimenti si direbbe "togliere la polvere"ahahah..perchè sei convinta di toglierla..invece lei se ne va in giro in altri posti della casa..è un moto perpetuo un pò no?;)..e grottesco!ahahaha concordo!ma quanto ti voglio bene!

      Elimina
  21. Credo sia perché se lasci troppo tempo i bianchi montati rischiano di smontarsi...però boh, è solo una mia supposizione...
    Venendo alla tua torta è particolarissima e senza dubbio buonissima!!
    Ps. Anche la mia casa è un merdaio e io sono stanchissima.... :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ottima supposizione Chiara,guarda è un mistero sta cosa,una roba che mi fa imbestialire a volte!;)piccola..cerchiamo di reggere botta..se fossimo uomini saremmo già defunti;)

      Elimina
  22. La torta non la conoscevo, ma la tua rivisitata mi sembra buonissima. Le chiare montate a neve è stato uno dei miei primi fallimenti perché non sapevo che le fruste devono essere pulitissime e asciutte; poi ho provato con la frusta a mano (che per fortuna era pulita) ed è andata bene. Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha ma davvero?be l' esperienza insegna no?bacione a presto

      Elimina
  23. Dai tata tieni duro e se vuoi evadere da tutte le tue incombenze e rilassarti un po', io sono disponibile a trascorrere un altro weekend fuori porta :)
    Buona la torta! Che acquolina!!! Bacio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah la mia tata!loviù beibi!;)

      Elimina
  24. Per la miseria, ma sai che la storia delle fruste è grandiosa? da adesso prima le chiare e poi i tuorli, sarà come l'uovo di Colombo ma io non ci avevo pensato!!!! e lavavo ;) la torta è buonissima e tu sei proprio un'amica preziosa, grazie, bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah che mito Carla!ora sei un ' illuminata anche tu!ahahah sta storia è proprio curiosa è?sei forte Carletta mia!un bacio grandissimo:)

      Elimina
  25. Ciao Lale, la torta è deliziosa, e poi con le arance è di stagione!!!
    Bravissima!!!
    Bacioni :))

    RispondiElimina
  26. Non la conoscevo...è una torta fantastica!!!

    RispondiElimina
  27. mmm che ricettina e che blog stupendo!mi unisco ai tuoi lettori.
    passa a trovarmi:
    www.dolcementeinventando.com

    RispondiElimina
  28. Che laboratorio stai organizzando?
    mmmm buonissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un laboratorio per bambini di 5 anni Miss,sarà una cosa un pò dinamica,cercherò di sviluppare il loro pensiero creativo tramite l' uso di materiali,colori,suoni,musica etc..non farò altro che tirare fuori ciò che i bimbi hanno già ben sviluppato..molto più di noi!:)ti mando un bacio grande e buona serata

      Elimina
  29. Grazie tesoro, inserita e bacionissimi pour toi!
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te Vale!un bacione grande e aprestissimo;)

      Elimina
  30. Lale, che ridere! ma è troppo vero!!
    p.s. che bontà questa torta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bacio alla Patty!viva la Patty!;)

      Elimina