domenica 31 marzo 2013

I canederli: la ricetta originale della mia nonna

Latitavo da un paio di giorni causa impegni improrogabili, spero che abbiate passato una Pasqua serena! Il clima è ancora delicato e il piatto di oggi calza ancora alla perfezione... A dire il vero noi in famiglia li mangiamo tutto l'anno, estate compresa: i canederli!
Credo che questo sia il piatto che più associo alla mia infanzia, che potrei cucinare ad occhi chiusi, che per me non ha segreti e che credo di saper fare bene. I canederli, tipico piatto trentino che non è mai mancato sulla tavola fin da quando ero piccolina. E i ricordi mi portano indietro nel tempo alle mie domeniche in baita dove i canederli di mia nonna regnavano, serviti quasi sempre asciutti con lo spezzatino che inondava col suo sugo il piatto e i crauti! Mi ricordo bene che mentre mia nonna preparava il pranzo con mia mamma io e mio fratello ci costruivamo una specie di slittamacchina con un cartone rivestito esternamente con km di scotch, mio fratello dirigeva i lavori da vero nerd quale è mentre io ero il braccio ed eseguivo... poi salivamo accanto alla baita su un pendio abbastanza ripido (vedi foto) e ci buttavamo a capofitto sull'erba sbandando come dei pazzi! Due pirati della montagna. Ahah. Bello bello bello. Poi arrivavano gli amici di famiglia e parenti vari e allora capivamo che era ora di pappare! E tutti ci riunivamo attorno al tavolone all'aperto e si aprivano le danze. Era festa. Ogni domenica! E grazie a due bicchieri in più mio papà iniziava a raccontare barzellette a profusione e noi si tornava a giocare... con qualche divieto e ammonimento in meno. Ricordi magici. Miei. Li custodisco stretti!
Come tengo stretta questa ricetta che ho imparato dalla mia mamma che ha imparato dalla sua mamma che ha imparato dalla sua e via dicendo... insomma li abbiamo sempre fatti nella stessa identica maniera! Eccola per voi!



Ingredienti per quattro persone:
  • 300 gr di pane raffermo
  • 1 fetta di speck di circa mezzo cm di spessore
  • 1 fetta di mortadella di circa mezzo cm di spessore
  • 4 fette di salame tipo ungherese
  • 1 uovo
  • prezzemolo o erba cipollina
  • 1 bicchiere grande di latte tiepido
  • 3 cucchiai di farina
  • sale
  • brodo di carne


Cuciniamo insieme:
Tagliate a dadini il pane e unite il latte intiepidito, mescolate molto bene quindi aggiungete l'uovo, il sale, l'erba cipollina o il prezzemolo e tutti gli affettati tagliati a dadini piccoli piccoli, mescolate molto bene e infine aggiungete la farina. Lasciate riposare almeno un'ora (io lascio l'impasto in frigo una notte). Trascorso il tempo necessario date nuovamente una bella mescolata e formate dei canederli con le mani bagnate, avendo cura di mantenere le mani sempre umide. Buttateli poi nel brodo che sta per prendere il bollore e fateli cuocere a fuoco medio per circa un quarto d'ora. Potete servirli in brodo o asciutti con burro fuso e formaggio grattugiato o con contorno di spezzatino, arrosto, gulasch!

lalexa







Con questa ricetta partecipo al contest "Una ricetta della tua regione" di Cucinaresubito.it






62 commenti:

  1. Eccola la mia cicciaaaaa :D <3 Auguroni, tesoro mio <3 Che bello questo post... ognuno di noi conserva dei ricordi nel proprio cuore e i tuoi mi hanno tanto emozionato... cavolo, quanto era ripido il pendio! Posto incantevole, immagino l'atmosfera... che bello! :D I tuoi canederli sono speciali perché sono pieni di amore e poi chissà che buoni... brava tesorina :) Ti voglio bene. Smack smack :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. patataaaa tanto tanto occupata questo periodo ma tu rimani con me sai bella?hai visto che pendio da urlo Vale?ahahahah mi sei mancata sti giorni sai?ti bacio forte forte.nei prossimi giorni con calma mi prenderò un pò di tempo per pappa !:)ti voglio un mucchio bene:)

      Elimina
  2. Sai che i canederli non li ho mai assaggiati ma sono un piatto che mi attira tantissimo??? Mi salvo la tua ricetta! Sono sicuramente deliziosi!!!:)
    Un bacione e, anche se ormai è sera, buona Pasqua!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. siiii devi assolutamente provare a farli.sono buonissimi!grazie di essere passata a trovarmi e superbacio:)

      Elimina
  3. Che buoni! Mia mamma è trentina per cui li conosco bene! Sono uno dei miei piatti preferiti anche se non ho avuto occasione di farli ultimamente! Buona Pasqua! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma dai !!di dove la tua mami?bacione e buona serata.a presto Bea!:)

      Elimina
  4. E' una delle sfide che devo vincere, dopo un clamoroso fallimento dello scorso anno... :-) Seguirò tutto alla lettera, devo riuscirci... anche perchè li adoro! Prima andavo di più in montagna, ogni inverno, adesso no... quindi devo trovare un modo per prepararli anche a casa mia... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sappimi dire se li fai è?io incrocio le dita!vedrai che ti riusciranno:)bacione Francesca

      Elimina
  5. Piatto della tua infanzia così come della mia. Gli ho mangiati l'ultima volta due settimane fa e, ovviamente, anche quì si mangiano pure d'estate. E' sempre tempo di canederli :D
    Un abbraccione :*********

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma tu Vale di dove sei?w i canederli !:)bacione a te:)

      Elimina
  6. Tanti auguri di Buona e Serena Pasqua e Pasquetta, un baciooo ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara.in ritardissimo ma grazie di cuore:)

      Elimina
  7. Anche qui il tempo continua a fare un po' quello che gli pare..e francamente, non me ne può fregar di meno...mi fa bene tutto...non ho preferenze al momento :D! I canederli non li ho mai mangiati e tanto meno preparati...ma bisogna rimediare assolutamente..perché ogni volta che li vedo, mi mettono voglia !
    Ti abbraccio tesoro, buon lunedì di Pasquetta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara la Mary!provali dai..se li fai dimmi come li hai trovati!:)pasquetta andata ,passata bene ,spero anche tu.ci aggiorniamo stella:) a presto

      Elimina
  8. che belli i tuoi ricordi, i pirati della montagna mi sembra quasi di vedervi:) io i canederli non li ho mai fatti ma prima o poi mi cimentero'!!!! le ricette di famiglia sono sempre qualcosa di speciale!!!
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao bella Ombretta!ti stringo forte forte:)

      Elimina
  9. Che bei ricordi! E che bei canederli!
    Auguri di buona Pasquetta, cara Lale! Bacioni e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Danja ,cara !!!!ti stringo forte e a prestissimo.ti auguro una super serata !bacione:)

      Elimina
  10. Che bei ricordi! Buoni i canederli, finalmente potrò farli con una ricetta della tradizione, grazie!
    Buona Pasquetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)bello se li fai..ma dimmi come ti son venuti è?:)bacio grande cara:)

      Elimina
  11. Che bei ricordi e che bel prato verde :) Chissà che bello dev'essere stato giocare lì intorno da bambini! I canederli li ho provati anni fa, da bambina, in vacanza... sarebbe bello provarli! Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ricordi preziosi polpetta!scusami se da un poco non passo da te.periodo molto impegnato e pieno.appena ho un attimo mi catapulto cara la mia polpetta!:)bacio enorme

      Elimina
  12. buonasera lalexa bella!
    che belle, ma che belle le ricette tradizionali della nonna! senza le nonne che pezzo di vita ci si sarebbe persi??? ai fornelli poi... grazie per averla condivisa anche noi, in fondo sono tutti segreti! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bella la mia Elena!ti stringo forte forte.grazie di essere venuta a trovarmi sai?a presto che non voglio perdermi le tue creazioni culinarie:)bacio grande

      Elimina
  13. Sarà che sono trentina anch'io e che i canederli sono un must anche a casa mia però che bello il tuo ricordo condiviso!! Buoni buoni! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. belle tu Chiara mia!sti giorni full..passo da te a breve.manchi:)

      Elimina
  14. Io li mangerei in tutti i modi!! Sono deliziosi e speciali. Per 15 anni siamo andati in vacanza in Alto Adige e ricordo che i miei figli allora piccolissimi spiegavano ai loro amichetti che sarebbero andati" in quella montagna dove si mangiano palle di pane grossissime!"
    Evidentemente le vedevano enormi, avevano pure fatto un disegno dove si individuavano 4 persone( noi) sedute a tavola con davanti 4 gigantesche palle.....più grosse delle nostre facce!!!;))
    Che buffo ricordarsi tutto questo....mi ci vorrebbe un ripasso vero!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha le palle di pane!mitici i tuoi figli Fabiana!!anche io li adoro sai?non mi hanno mai stufata ..e si che li mangio da quando sono piccola piccola!beh..il disegno deve essere splendido..ma l' hai tenuto?vorrei tanto vederlo:)bacione grandissimo a te!

      Elimina
  15. Viva i canederli e viva il Trentino!

    RispondiElimina
  16. grazie per il bel post e per aver voluto condividere con noi tutti questa splendida ricetta di famiglia!! me la copio e me la tengo stretta così appena posso voglio provare a realizzarli questi gustosi canederli! un abbraccio,Peppe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono onorata caro Beppe!davvero:)bacione grande

      Elimina
  17. ma daiiiii amo i canederli e quando vado in trentino difficilmente ne faccio a meno... ma che bontà!
    ricordo che una volta in un rifugio, fra una sciata e l'altra, presi i canederli in brodo e dopo anni mi prendono ancora tutti in giro...ahahahah!
    questa ricetta è da segnare!
    grazie per averla condivisa con noi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te Simo!i knodel sono uno dei miei piatti preferiti!sono contenta ti siano piaciuti!:)buona serata e a presto

      Elimina
  18. Ma lo sai che non ho mai mangiato i canederli????? Ma lo sai che quando verrò a vedere la baita (nel guardare la foto mi si è di nuovo gelato il sangue per la meraviglia a per la sua bellezza *_*) ma li devi preparare!!!!! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma Dani ovvvvio.va che ci tengo davvero è?quando vuoi.sul serio!mica si scherza qui...si fa sul serio!:)bacione grandissimo a te

      Elimina
  19. Ale, io mangiavo i canederli quando venivo in Trentino a sciare.... ma che buoni!!! Ogni tanto il mio papà li fa (con la ricetta di GZ), ma ora gli piazzo la tua ricetta in mano e gli dico che la Bibbia è questa!
    Ma caspita... tua nonna aveva la baita di Heidi!!!! Bellissima! Un bascio tesoro mio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma dove andavi Patty?ahahahha digli al tuo papi di provare questa versione e sappimi dire come li ha trovati!!!!bacio grande grande a te Pa:)

      Elimina
  20. Che meraviglia!
    La ricetta della nonna èsenz'altro una garanzia!
    Adoro i canederli,ma nonli o ancora fatti.
    Proverò sicuramente!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bello se li provi:)io li adoro sai?un abbraccio forte:)

      Elimina
  21. Che buoni cara grazie per la ricetta io ho sempre tentato a farli ma non mi sono mai venuti bene provero' la tua ricetta tramandata da generazione in generazione. Che belle le domeniche passate in famiglia ricordi dolcissimi.Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. madddechè Vero?anzi io contenta di averli condivisi.ti stringo forte bella:)

      Elimina
  22. Davvero meraviglioso!
    Io ho scoperto questa ricetta solamente questo inverno, ma sicuramente da ora in poi utilizzerò la vostra!
    Nata e cresciuta in baita, che ha sfamato generazioni e generazioni, non posso assolutamente lasciarmela scappare!!!
    Bacioni tesoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che bella cosa mi hai detto Silvia!!!!grazie sai?sei special:)bacio grandissimo

      Elimina
  23. La tradizione, il legame con ciò che caratterizza il passato e ritorna nel nostro presente. Tieniti stretti i ricordi, è un tesoro inestimabile e la tua ricetta ne ha il sapore, il profumo. Complimenti :) p.s. ne approfitto anche per ringraziarti per avermi scelto tra le finaliste del concorso di Morena :) A presto!

    Carmela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione Carmela.custodisco:)la tua ricetta era splendida.meritava il podio sicuramente.grazie a te per averla condivisa:)bacione grandissimo

      Elimina
  24. Ciao cara ma che buoni i canederli pure io li faccio spesso li ho anche postati ma la tua ricetta è bellissima..li voglio provare perchè devono essere buonissimi quelli di tua nonna!Che bella la baita ti vedo rotolare giù dal prato che bei ricordi hai mi fai venire voglia di andare in montagna! Un abbraccio Lia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bella Lia!la tua versione l' ho vista .erano super buoni e tu sei bravissima!sono contenta ti sia piaciuta la mia versione?ogni famiglia da noi li fa un pò diversi !è bello anche così no?vieni a trovarmi in baita quest' estate!:)bacione grande

      Elimina
  25. Ciao! Io i canederli li ho mangiati una volta e basta... Quelli di tua nonna mi sembrano migliori di quelli che ho provato e mi sa proprio che proverò a cucinarli!
    Un grazie alla nonna per la ricetta e uno a te per averla postata!
    Giudy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. riferirò alla mia nonnina;)buona serata e un bacione grandissimo:)

      Elimina
  26. Troppo belli,mi piacerebbe tentarli! Ho mangiato quelli col fegato,anch'essi molto buoni.
    Bravissima,e grazie per la ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dai provaci!!!!sappimi dire se li fai è?;)grazie di essere passata e un bacione grande,buona serata!

      Elimina
  27. Che bontà! Troppo belli e sicuramente buonissimi! Baci e a presto, Alison

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io contenta !grazie di cuore Alison.buona serata :)

      Elimina
  28. OH, che tenera questa ricetta! Cioè che dolci i tuoi ricordi...e che belli i tuoi canederli...Dalle mie parti (Alpi Marittime) si fanno dei gnocchi di pane raffermo (non tondi ma a quadratini)...insomma ogni mondo è paese e la cucina di montagna si assomiglia sempre un po'.Grazie per essere passata a trovarmi
    Betulla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma dai??? e come si chiamano i vostri gnocchi? e li fate di solo pane o mettete altro tipo formaggi o affettati?bacione

      Elimina
  29. ...se è della nonna, allora sì che è originale! Io adoro le ricette tradizionali...e a casa mia adorano i canederli!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara!!!un bacio.ti auguro un buon fine settimana:)

      Elimina
  30. Non potevo non commentare questo post che mi ero persa. Mi hai fatta sognare immaginando i tuoi ricordi montanari, per me la montagna è magica da quando ho iniziato a frequentarla ( in estate rigorosamente ) e me ne sono innamorata perdutamente. Ma dov'è di preciso, quel fantastico prato incriminato? E ci vai ancora, in baita?
    E le ricette di famiglia, quelle delle nonne, sono fantastiche, le miglioro in assoluto perchè assaporarle è dare un morso ai ricordi. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Cele!dove vai di solito in montagna stella? la foto dove è la baita è sopra Bellamonte,vicino alle piste da sci del Lusia,non so se conosci la zona! è la baita di famiglia e andiamo lì ogni domenica ancora adesso!vieni a trovarmi?:)

      Elimina
  31. Ciao hai proprio un blog carinissimo complimenti!

    Bellissime foto e bellissimi piatti!
    mi sono unito subito ai tuoi followers ;)

    Un caro saluto
    Alessandro
    fancyfactorylab.blogspot.it

    p.s. passa da me e fammi sapere cosa ne pensi del mio blog ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Alessandro,grazie mille.passo da te!

      Elimina